elearning e Formazione Multimediale

formazione multimediale

Gli sviluppi più recenti della tecnologia informatica e del Web consentono oggi di rendere disponibili a costi decisamente più bassi di alcuni anni fa strumenti per lo sviluppo e l'ingegnerizzazione di Corsi di Autoapprendimento che possono essere distribuiti sia utilizzando tradizionali CD-Rom oppure attraverso reti Internet o Intranet.

I presupposti che stanno favorendo un rapido sviluppo di questo settore sono:

  • il costo di sviluppo sempre più basso;
  • la riduzione dei costi di spostamento dei partecipanti ai corsi in quanto ogni corso può essere fruito direttamente sul posto di lavoro;
  • la riduzione dei costi di docenza;
  • la possibilità di costruire i corsi inserendo modalità didattiche che giocando sulla componente ludica favoriscano il coinvolgimento;
  • la possibilità di costruire Virtual School basate su Internet/Intranet integrando programmi di formazione e comunicazione interna ad alto impatto e coinvolgimento;

Naturalmente il particolare tipo di didattica possibile con questi strumenti consente una buona risposta alle necessità di addestramento a fronte di:

  • tematiche di tipo essenzialmente tecnico;
  • nuovi prodotti o servizi;
  • introduzione di nuove procedure;
  • nuovi assetti organizzativi;
  • attivazione di progetti ed iniziative aziendali.

L'utilizzo di strumenti CBT ed e-learning risulta, invece, meno indicato per quanto riguarda programmi di formazione manageriale od al comportamento organizzativo in cui diviene fondamentale la partecipazione a gruppi di lavoro e la relazione circolare tra partecipanti e docenti.

In questi casi, l'integrazione di una didattica tradizionale, della videoconferenza e di strumenti CBT secondo una modalità blended consente effettivamente di coprire al meglio ogni esigenza.

Metodologia di intervento

  1. Definizione della piattaforma realizzativa
    • Caratteristiche del sistema di "distribuzione" dei corsi (CD-Rom, LAN, Internet, Intranet)
    • % di presenza nel corso multimediale di grafica 3D e filmati
    • eventuale utilizzo di strumenti per la compressione dei dati
    • eventuale definizione delle caratteristiche per la progettazione e gestione di una Virtual School su Internet
    • Scelta dell'ambiente di sviluppo coerente con le altre scelte di progetto
  2. Definizione dell'architettura standard del corso
    • Specifiche didattico-metodologiche
    • Definizione e progettazione delle unità didattiche
    • Specifiche di comunicazione ed interfaccia utente
    • Criteri di "navigazione" nel corso
    • Protezioni e meccanismi di accesso/registrazione al corso
    • Struttura dei menu
    • Struttura delle videate di fruizione e navigazione
    • Struttura delle videate di Help
    • Struttura delle esercitazioni/simulazioni
    • Struttura dei test di verifica di apprendimento
    • Meccanismi per la raccolta dei dati (% e tempi di fruizione)
    • Risultati dei test di verifica dell'apprendimento ecc.
  3. Realizzazione
    • Predisposizione dello StoryBoard preliminare del corso per una prima verifica del risultato finale
    • Sviluppo dei learning objects in standard ADL SCORM
    • Stampa etichette, copertine e manuali di accompagnamento

Riferimenti